L’Aurora – 1790-1810 – acquaforte – grande stampa – Guercino – Volpato – Tofanelli2021-04-08T16:23:36+00:00

Project Description

L’Aurora

Grande stampa raffigurante Aurora sul suo carro che lascia Tithonus.
Come raccontato nel poema epico greco di Omero l’Iliade, Aurora, la dea dell’alba, rapì quattro uomini, Cefalo, Clito, Ganimede e Tithonus per essere i suoi amanti. Ganimede le fu in seguito rubato da Zeus e Cefalo desiderava tornare dalla sua mortale moglie. Il suo preferito era Tithonus e Zeus gli concesse l’immortalità ma, crudelmente, non la giovinezza.
In questa stampa è mostrato seduto su una nuvola come un vecchio mentre Aurora si allontana da lui sul suo carro. I putti alati conferiscono fiori, che simboleggiano il potere generativo del sole e tre fanciulle la precedono, una delle quali tiene un’urna, che simboleggia la rugiada dell’alba.

Titolo: “Rore madens multoque renidens flore rosarum noctem cimmeriis abigens Aurora sub antris”

Da un dipinto di: Giovanni Francesco Barbieri, soprannominato il Guercino

Disegnatore: Stefano Tofanelli

Incisore: Giovanni Trevisan, detto Volpato

Epoca: post 1790 – ante 1810

Tecnica: acquaforte

Dimensioni: 44 cm x 90,5 cm (incisione)

Prezzo: 700 €

Codice: 0103